Categorie
Archivio contenuti
 

Frittura gluten free autunnale

Frittura gluten free autunnale

La mia città è piena di locali che organizzano brunch o apericena. Buonissimi. Però ci sono tante cose a base di pane, pasta e focacce. I fritti sono spesso a base di patate, o riso, e come se non bastasse tante volte sono ripieni di carne, formaggio e salumi. Verdura? Poca.

Lo dico ancora: tutto molto buono… forse però un po’ troppo grasso e calorico? Io adoro mangiare, adoro i buffet e adoro i fritti, ma perché un piacere della vita sia anche “leggero” – ho pensato – non sarebbe meglio friggere la verdura? In autunno si cominciano a trovare i broccoli e il cavolo nero, per esempio…

“E se provassi a friggerli, che cosa verrebbe fuori?”. Mi sono chiesta un giorno. Avevo ancora nel mio giardino le piante di trombette, ormai alla fine della stagione, ma ancora con i fiori appesi, come se provassero a trasformarsi in verdura.

“Non penso proprio che la faranno… ormai fa freddo. Meglio usarli per fare una buona frittura.”

Qualche settimana fa ho preparato un aperitivo per più di venti persone e un vassoio era pieno di queste verdure autunnali fritte. La forza di questa ricetta sta in più cose: la prima è che è incredibilmente croccante come le patatine, la seconda è che questa croccantezza resta per ore (anzi, anche un giorno intero), la terza è che è gluten free e fatta con la farina integrale. Il fritto nel vassoio è finito subito. La prossima volta ne preparo il doppio!

frittura gluten free

1

Difficoltà (da 1 a 3)

3,55 €

Costo totale

15 min

Tempo di Preparazione

15 min

Cottura

Attrezzatura necessaria

Contenitore rotondo a bordi alti, frusta, tagliere e coltello a lama liscia, casseruola a bordi alti per friggere, schiumarola, carta assorbente. Se avete un’affettatrice o una mandolina taglia-verdure farete più in fretta a preparare le carote.

Preparazione

Ingredienti

per 4 persone

Per la pastella:

  • Farina di riso bianca – 100 g
  • Farina di riso integrale – 100 g
  • Acqua gasata fredda – 300 ml

Per friggere:

  • Olio di arachidi – 1 L

Verdure autunnali da friggere:

  • Carote grandi – circa 2 (200 g)
  • Fiori di zucchina – n° 12 (100 g)
  • Broccoli – 1 intero (350 g)
  • Cavolo nero – 3 foglie (100 g)
  • Sale fino integrale di Sicilia – 1 cucchiaino (4 g)

Perché vi consiglio questa ricetta?

  • La frittura fa preservare l’80% della vitamina C dei broccoli e del cavolo nero! La vitamina C è un potente antiossidante e pensate che 100 g di broccoli hanno più Vitamina C di 100 g di arance o di limoni! La crosticina che si forma sulla frittura protegge la verdura dal contatto con l’ossigeno, mantenendo quindi le proprietà antiossidanti della vitamina C! Con una porzione di questa frittura vi sarete assicurati la dose giornaliera raccomandata (RDA) di Vitamina C.
  • Una porzione di frittura contiene il 25% circa della RDA della quantità di fibre. Alle quelle delle verdure infatti, si aggiungono le fibre della farina di riso integrale (rispetto alla farina di mais, per esempio, ne ha circa il 65% in più).
  • L’olio di arachidi, insieme all’olio extra vergine di oliva, è molto adatto all’uso in frittura perché resiste bene alle alte temperature (massimo 170-175° C), limitando quindi la produzione di sostanze dannose alla salute. Se siete allergici alle arachidi, potete usare l’olio e.v.o. in questa ricetta!

FASE 1: LA PREPARAZIONE DELLE VERDURE

L’unica raccomandazione che vi faccio è di lavare e asciugare molto bene le verdure prima di immergerle nella pastella, altrimenti l’olio fritto schizzerà molto. Se prenderete questo piccolo accorgimento invece tutto filerà liscio!

Pelate le carote e tagliatele in due o tre parti per avere dei pezzi di circa 7-8 cm. Poi affettatele per lungo, con uno spessore di circa 3-4 mm. Se avete un’affettatrice o una mandolina taglia-verdure sarà più facile avere delle fette regolari. Più sottili saranno le fettine, più la frittura sarà croccante. Questa è la parte più difficile delle preparazioni!

frittura senza glutine

Pulite i fiori di zucchina, togliendo il pistillo all’interno. Non è necessario togliere il fondo del fiore.

Preparate i broccoli a piccoli tocchetti, grossi come una noce al massimo (il gambo di ogni pezzetto deve essere molto sottile).

Tagliate il cavolo nero a piccoli rettangoli (circa 5 cm di lato). Asportate la parte centrale della foglia dove è troppo spessa, altrimenti resterà troppo dura anche dopo la frittura.

frittura senza glutine

FASE 2: LA PASTELLA

Pesate nel contenitore a bordi alti le due farine e miscelatele con l’acqua gasata (fredda di frigo). Mescolate con la frusta finché il composto diventa omogeneo. Non aggiungete sale. Mettete in frigorifero la pastella per almeno 15 minuti in modo che resti ben fredda.

frittura senza glutine

FASE 3: LA FRITTURA

Intanto mettete l’olio a scaldare a fuoco abbastanza alto. Usate tutta la bottiglia di olio perché, se la verdura non è immersa bene nell’olio, impiegherà più tempo a friggere e quindi sarà più unta. L’olio non dovrà mai fumare (se avete un termometro, verificate che non si superi la temperatura di 170-175° C). Immergete nella pastella un tipo di verdura alla volta e provate ad affogarne un pezzo nell’olio: se inizia a sfrigolare è ora di iniziare a friggere! Immergete le verdure (in modo da riempire tutta la superficie della casseruola). Il tempo di cottura dei pezzi è di circa 3 minuti (girando una volta a metà cottura). Il risultato deve essere che, toccando i pezzi con un utensile, li sentirete duri, croccanti. Scolate con la schiumarola e posate su carta assorbente per eliminare l’olio in accesso. Salate da ogni lato.

frittura senza glutine

FASE 4: TEMPI DI CONSERVAZIONE

Potete preparare la frittura anche il giorno prima e conservarla in frigorifero, in un contenitore chiuso. Rimarrà perfettamente croccante. Al momento di servire, potrete passare in forno a 100° C per un paio di minuti e sarà perfetta.

Se invece la preparate solo qualche ora prima, potete anche conservarla a temperatura ambiente e non ci sarà neanche bisogno di scaldarla.

Vuoi approfondire i valori nutrizionali di questa ricetta ?

In questa ricetta non ho messo la tabella nutrizionale perché non riesco a calcolare con precisione i grammi di olio assorbito durante la frittura. Posso però dirvi che la farina di riso è una delle più indicate in frittura, perché assorbe poco olio. Un altro segreto importante è creare uno shock termico (alimento molto freddo in olio ben caldo a 170-175° C) per ridurre l’ingresso dell’olio nell’alimento. 

Allergeni presenti in questa ricetta

(Reg. UE 1169/11)

Verificate sempre le informazioni sull’etichetta dei prodotti che avete acquistato voi, per assicurarvi che non ci siano anche altri allergeni (in aggiunta a quelli che ho indicato io)!

Arachidi

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Commento

Lascia un tuo commento

Mi trovi su INSTAGRAM e su FACEBOOK

Hai bisogno di aiuto? O di una consulenza? Sono a tua disposizione!