fbpx
Categorie
Tag
Archivio contenuti
 

Pizza della felicità: segreti e soluzioni per farla in quarantena

Pizza della felicità: segreti e soluzioni per farla in quarantena

Siamo tutti a casa e non si fa altro che sfornare torte, pizze, delizie di ogni genere (io quest’anno mi sono cimentata anche a fare la colomba di Pasqua!). Quello che va di più è la pizza. Ma, ahimè, alcuni non la avevano mai fatta prima… Poi c’è il problema di come trovare gli ingredienti giusti. E al supermercato la farina Manitoba e il lievito sono quasi introvabili.
Ecco che entro in campo io che, in questo momento difficile legato alla reclusione in casa per il Coronavirus, cerco di portare allegria e di rendermi utili più che posso, trovando soluzioni.
Ecco allora: partiamo con le basi per fare una buona pizza a casa vostra: farina Manitoba e lievito di birra. E poi vi mostrerò come fare se non trovate questi due ingredienti. Avete mai sentito parlare di Aquafaba e di lievito madre fatto in casa? Ne ho parlato oggi nella mia diretta su GRP Televisione.
Nelle mie mille prove in cucina ho fatto una pizza con il lievito madre e una con il lievito di birra secco e le ho assaggiate una dopo l’altra…indovinate qual era la più buona? E poi tante persone dicono che non possono mangiare la pizza perché poi gonfiano: se usate la pasta madre questa sensazione dovrebbe ridursi molto.

pizza

2

Difficoltà

3,02 €

Costo totale

15 Minuti

Tempo di Preparazione

10-12 Minuti

Tempo di Cottura

Attrezzatura necessaria

Contenitore a bordi alti, frullatore a immersione, teglie da forno, carta da forno. Se si ha la macchina del pane o il frullatore con il gancio si fa meno fatica, ma non è essenziale.

Ingredienti per 4 persone

(per 2 teglie tonde formato pizzeria – 4 persone)

Per l’impasto della pizza

  • 500 g farina Manitoba
  • 310 g acqua appena tiepida (½ metà rubinetto e ½ bottiglia)
  • 2 g lievito birra secco
  • 1 cucchiaio olio extra vergine
  • 1/2 cucchiaino zucchero
  • 1 cucchiaino scarso sale

Per il condimento

  • Pomodori cuore di bue ( o passata di pomodoro) – 300 g
  • Olio e.v.o. – 35 g (metà sulla teglia e metà per condimento pizza)
  • Sale fino integrale di Sicilia – 0,5 g (2 pizzichi)
  • Origano fresco o secco – 1,5 g (1 cucchiaino colmo)
  • altri condimenti a piacere: mozzarella, prosciutto… liberate il vostro desiderio!

Perché vi consiglio questa ricetta?

  • Anche chi ha qualche problema con la glicemia, può mangiare una bella fetta di questa pizza! Infatti la cottura nel forno di casa è meno aggressiva (in pizzeria si arriva a 300° C e la cottura è velocissima; questo fa “caramellizzare” i carboidrati che quindi fanno alzare la glicemia molto velocemente; questo a casa non succede).
  • Se deciderete di usare il lievito madre al posto del lievito di birra, la vostra pizza sarà molto più digeribile.
  • La doppia lievitazione vi permette di usare molto meno lievito (via i gonfiori di pancia!)

Preparazione

LA PREPARAZIONE DELLA PIZZA BASE (CON GLI INGREDIENTI GIUSTI)

Per ingredienti giusti intendo quelli indicati nella tabella sopra. La base per una buona pizza è la farina Manitoba, che è una farina cosiddetta “forte”. La sua alta percentuale di glutine creare una sorta di “rete” nella quale restano ben intrappolate le bolle d’aria che si producono durante la lievitazione. Tutte le fasi di preparazione sono nel video all’inizio della pagina. L’unica cosa che non ho indicato lì e che, se decidete di usare la mozzarella, usatela a temperatura ambiente e dopo averla fatta scolare del liquido in eccesso per almeno mezz’ora (sennò la pizza diventerà acquosa).
Un altro ingrediente essenziale è il lievito: di birra secco o di birra fresco o… per i più impavidi, il lievito madre. Ma come fare se non lo avete e non lo trovate al supermercato? E se non avete la farina Manitoba?

SE NON AVETE LA FARINA MANITOBA…

Niente paura! Potete usare la farina 00 e sostituire parte dell’acqua con Aquafaba e succo di limone.

Ecco gli ingredienti:
– 500 g farina 00
210 g acqua tiepida + 70 g Aquafaba + 30 g succo di limone
2,5 g lievito birra secco
– 1 cucchiaio olio extra vergine
– 1/2 cucchiaino zucchero
– 1 cucchiaino scarso sale

La farina 00 è povera di glutine e non sarebbe adatta per la pizza. Ma l’Aquafaba e il limone rendono più solita il reticolo di proteine della farina 00, facilitando l’ingabbiamento delle bolle d’aria. Il risultato sarà una pizza divina (o se farete la focaccia, usando la stessa formulazione, sarà identica a quelle che potreste trovare in una panetteria… di quelle buone!). Ricetta testata anche dai miei figli – la bocca della verità!

 

aquafaba

SE NON AVETE IL LIEVITO…

Se non avete il lievito di birra secco, né quello fresco e se non avete nessuno che vi può dare un pezzetto di lievito madre, potete creare voi da zero qualcosa di straordinario. Dovrete solo avere la pazienza di aspettare qualche giorno per avere la vostra pizza, ma vi garantisco che ci riuscirete! Createvi il vostro lievito madre da zero!

LA COTTURA

Qualunque sia la ricetta che avete fatto, accendete il forno a 230° C in modalità ventilata, se possibile impostando il calore dal basso (alcuni forni hanno proprio il programma cottura pizza). Cuocete per 10 minuti la vostra pizza o focaccia. Se decidete di aggiungere della mozzarella, fatelo solo negli ultimi 3 minuti di cottura (la mozzarella deve essere a temperatura ambiente, ben sgocciolata e a piccoli pezzettini).

Allergeni presenti in questa ricetta

(Reg. UE 1169/11)

Verificate sempre le informazioni sull’etichetta dei prodotti che avete acquistato voi, per assicurarvi che non ci siano anche altri allergeni (in aggiunta a quelli che ho indicato io)!

Cereali contenenti glutine
Cereali contenenti glutine

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Commento

Lascia un tuo commento

Mi trovi su INSTAGRAM e su FACEBOOK

Hai bisogno di aiuto? O di una consulenza? Sono a tua disposizione!