Categorie
Archivio contenuti
 

Barchette alla crema di limone con frutti di bosco

Barchette alla crema di limone con frutti di bosco

Neanche io ci credevo quando l’ho letto la prima volta: i pasticcini a cui siamo tutti abituati – intendo quelli che compriamo in pasticceria alla domenica, quando andiamo a trovare la nonna – hanno da 350 a 500 calorie ogni 100 g. Si crea il silenzio dentro di me e inizio a calcolare…cento grammi vuol dire in media 4 o 5 pasticcini… Chi di noi non ne ha mai mangiati 4 o 5 di seguito? Ecco, ora so che in quelle volte ho incamerato in poco più di 2 minuti un quarto delle calorie di cui ho bisogno in tutta la giornata. Ancora silenzio…

Ora però so anche che c’è un’alternativa: alla nonna posso portare dei pasticcini che non faranno male…né a lei né a me! Io a volte li mangio anche a colazione. Questa domenica li porto ad un buffet per 50 persone. Vi dirò com’è andata! Voi intanto però ditemi cosa ha detto la nonna!

…Dopo qualche giorno…

Questa di fianco è la foto delle barchette che ho preparato per il buffet da 50 persone.

Finito tutto in 10 minuti!

barchette alla crema

3

Difficoltà (da 1 a 3)

7,39 €

Costo totale

1,15 h

Tempo di Preparazione

35 Minuti

Cottura

Attrezzatura necessaria

Grattugia per limoni o sbuccia limoni, casseruola piccola, frusta da cucina, minipimer, colino grande, terrina a bordi alti, pellicola ad uso alimentare, stampini per pasticcini (meglio se in silicone), mattarello, pirottini di carta, pennellino da cucina.

Ingredienti per 600 g di pasticcini

(25 barchette)

Per la pasta frolla

  • Farina di riso integrale – 65 g
  • Farina di farro integrale – 65 g
  • Sciroppo di riso – 50 g (2 cucchiai)
  • Succo di mela – 17 g
  • Olio evo – 25 g
  • Stevia in polvere – 17 g (4 cucchiaini)
  • Lievito chimico – ½ cucchiaino (1,7 g)

Per la crema pasticcera

(vedi la ricetta in preparazione base)

  • Latte di avena – 250 ml
  • Agar agar in polvere – 1,5 cucchiaini pieni (1,5 g)
  • Kuzu – 2 cucchiaini pieni (12 g)
  • Sciroppo di riso – 2 cucchiai (50 g)
  • Scorza di 1 limone biologico (6 g)
  • Succo di limone (10 g)

Per la decorazione di frutta

  • Frutti di bosco – 175 g

Per la gelatina

  • Succo di mela – 125 g
  • Agar-agar – 3/4 di cucchiaino

  • Frutti di bosco – 175 g

Perché questa ricetta fa bene?

  • Fa bene al portafoglio! Un chilogrammo dei vostri pasticcini fatti in casa vi costa meno di 12 €; in pasticceria può costare anche 40 €/kg.
  • Per la macrobiotica questi pasticcini si definirebbero “dolci di buona qualità”: vuol dire senza zucchero, senza farine raffinate, con ingredienti naturali che rispettano il nostro organismo, dando soddisfazione al desiderio di golosità ma senza danneggiarci.
  • Macrobiotica o non, guardate la tabella nutrizionale se volete convincervi della qualità.
  • Il succo di mela e lo sciroppo di riso danno un sapore dolce ma rispetto allo zucchero agiscono in modo meno aggressivo sul picco glicemico (lo sciroppo di riso ha la metà degli zuccheri semplici dello zucchero!).
  • La stevia ha un forte potere dolcificante, a zero calorie.

Preparazione

Fase 1: LA PREPARAZIONE DELLA CREMA

La preparazione della crema è la parte più difficile di questa ricetta. Se volete vedere passo-passo questa fase, cliccate qui!

 

Mettete in una casseruola il latte di avena con l’agar-agar e la scorza di limoni. Portate a bollore e poi fate cuocere a fuoco lento, coperto, per 10 min, mescolando di tanto in tanto. Aggiungete lo sciroppo di riso e il kuzu precedentemente sciolto in due cucchiai di acqua fredda, continuando a mescolare senza sosta con la frusta. Fate cuocere ancora a fuoco lento per 5 min, quindi aggiungete il succo di limone e lasciate cuocere ancora 2-3 minuti. Filtrate il composto con un colino, per separare la scorza di limone dalla crema. La crema raggiungerà la sua densità definitiva solo raffreddandosi completamente (potete metterla in frigo). Se alla fine è diventata troppo dura, frullatela con il minipimer e diventerà perfetta!

FASE 2: LA PREPARAZIONE E LA COTTURA DELLA PASTA FROLLA

Scaldate il succo di mela e sciogliete dentro la stevia. In una terrina a bordi alti versate quindi questo succo dolcificato e aggiungetevi tutti gli altri ingredienti. Impastate finché otterrete una palla compatta e senza grumi. Avvolgetela in un foglio di pellicola (controllate che sia una pellicola adatta a stare a contatto con alimenti grassi) e lasciatela riposare in frigorifero per 1 h. Stendete l’impasto tra due fogli di pellicola (in questo modo non dovrete usare farina) e tirate con il mattarello fino ad ottenere uno strato di circa 3 mm. Tagliate della dimensione delle vostre formine (io ho usato lo stampo di silicone, così non ho avuto bisogno di ungerlo, e in ogni formina ho messo circa 9-10 g di pasta frolla). Cuocete in forno ventilato a 160° per 16 min. Lasciate raffreddare e sformate.

FASE 3: LA DECORAZIONE DELLE BARCHETTE CON FRUTTA E GELATINA

La crema e le barchette sono finalmente fredde…ora non vi resta che montare tutto ed è fatta! In ogni barchetta metterete un cucchiaino circa di crema (io ne ho messi più o meno 5 g) e sopra i frutti di bosco.

Mentre fate questo mettete in un pentolino il succo di mela e l’agar-agar e portate a bollore, mescolando ogni tanto. Abbassate il calore (molto basso) e fate sobbollire coperto per 7-8 minuti. Lasciate raffreddare per 10 minuti circa. La vedrete ancora liquida come l’acqua (infatti questa gelatina si addensa molto più lentamente di quella del preparato a base di pectina che si compra al supermercato). Non preoccupatevi, non avete sbagliato niente! Prendete il pennellino da cucina e immergetelo nel liquido e poi spennellate subito la frutta sul pasticcino. Fatelo su tutti i pasticcini e poi ripetete l’operazione dal primo ancora una volta. Lo strato di gelatina sarà sottilissimo e il risultato finale sarà perfetto!
Se avete dei pirottini di carta potete usarli per i vostri pasticcini…diventeranno proprio come quelli di pasticceria! Vi do un consiglio: fate la terza fase al massimo 3 o 4 ore prima di mangiare i pasticcini, perché altrimenti la base di pasta frolla diventerà meno croccante.

Vuoi approfondire i valori nutrizionali di questa ricetta ?

Ho confrontato 100 grammi di pasticcini della Cuoca Insolita con lo stesso peso di pasticcini fatti con zucchero, burro, latte, uova e farina bianca tipo 00.

  100 g di ricetta della
Cuoca Insolita
100 g di prodotto con
Ingredienti Tradizionali
Differenza 
EnergiaKcal140,0234,5-40,3%😀
Grassig9,419,7-52,5%😀
di cui saturig1,210,0-87,9%
Carboidratig9,58,3+14,1%
di cui zuccherig4,87,1-32,1%
Fibreg2,11,1+88,0%😀
Proteineg4,45,9-25,7%
Saleg1,00,3+236,0%

Sono una ex ricercatrice universitaria e mi è rimasto il pallino di dimostrare le cose in modo scientifico: guardate la tabella ma poi dimenticatevela!
Serve solo per farvi vedere che potete mangiare questa insolita ricetta senza fare calcoli! E’ invece molto utile per fare il conteggio dei carboidrati per i diabetici, se dovete calcolare l’insulina da prendere.

Allergeni presenti in questa ricetta

(Reg. UE 1169/11)

Verificate sempre le informazioni sull’etichetta dei prodotti che avete acquistato voi, per assicurarvi che non ci siano anche altri allergeni (in aggiunta a quelli che ho indicato io)!

Cereali contenenti glutine
Cereali contenenti glutine

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Commento

Lascia un tuo commento

Mi trovi su INSTAGRAM e su FACEBOOK

Hai bisogno di aiuto? O di una consulenza? Sono a tua disposizione!