fbpx
Categorie
Archivio contenuti
 

Crostata di frutta gluten free da barzelletta

Crostata di frutta gluten free da barzelletta

Come è nata questa crostata di frutta gluten free? Bene, ecco la storia: c’erano una volta un celiaco, un intollerante al lattosio e un diabetico… Sembra l’inizio di una barzelletta, vero? Invece è quello che è successo a casa mia all’ultima festa di compleanno di famiglia. Il diabetico ovviamente ero io. E ai tre personaggi della barzelletta aggiungerei anche un signore con il colesterolo alto e un altro che voleva dimagrire. La barzelletta finisce così: la crostata finì tutta e nessuno si accorse che era fatta con ingredienti diversi dal solito, mentre avanzarono la torta alla panna e il tiramisù.

crostata di frutta gluten free

3

Difficoltà (da 1 a 3)

9,31 €

Costo totale

40 min

Tempo di Preparazione

20 min

Cottura

Attrezzatura necessaria

5 stampini per crostatine (meglio antiaderenti), casseruola piccola, tagliere e coltello a lama liscia, contenitore a bordi alti, matterello, minipimer, frusta da cucina, spruzzino.

Ingredienti

per 5 crostate monoporzione (o per una crostata da 20 cm diam)

Per la pasta frolla

  • Farina di riso integrale – 80 g
  • Fecola di patate – 60 g
  • Farina di mandorle – 60 g
  • Uovo intero – 1 uovo
  • Eritritolo – 40 g (2 cucchiai)
  • Zucchero bianco – 15 g (3 cucchiaini)
  • Stevia tritata – 1 cucchiaino (1 g)
  • Olio di semi girasole – 25 g
  • Scorza di limone – ½ limone (3 g)
  • Vanillina – ½ bustina (1,5 g)
  • Lievito per dolci – ¼ cucchiaino (1 g)
  • Sale fino integrale di Sicilia – 1 pizzico (0,3 g)

Per la crema pasticcera

  • Latte di soia (o di mandorle) – 250 ml
  • Uovo intero miscelato – ½ uovo (27 g)
  • Farina di riso bianca – 25 g (1,5 cucchiai)
  • Eritritolo – 25 g (1 cucchiaio colmo)
  • Zucchero bianco – 15 g (3 cucchiaini)
  • Vanillina – 0,125 g (un pizzico)
  • Curcuma – 1 punta (0,125 g)

Per la decorazione e la gelatina

  • Frutta fresca di stagione – 350 g
  • Succo di mela – 125 g
  • Agar-agar polvere – 3 g (1 cucchiaino raso)

Perché vi consiglio questa ricetta?

  • Questa crostata è senza glutine, senza latte né burro ed è adatta a chi ha il diabete (1 cucchiaino di zucchero a porzione) e il colesterolo alto.
  • Calorie -30%, grassi -41%, di cui grassi saturi -85%, zuccheri -66% rispetto alla stessa torta fatta con fatta con burro, solo zucchero, latte intero, farina 00.
  • La curcuma è un potentissimo antiossidante
  • L’eritritolo e la stevia sono due dolcificanti naturali, a zero calorie e zero zuccheri. Il nostro cervello ha bisogno di zucchero, ma il fatto di ridurlo un po’ permette di limitare il picco glicemico, che a metà mattina darebbe origine al classico calo di zuccheri che fa perdere la concentrazione.
  • Per la gelatina, al posto della colla di pesce (collagene di suino) o della marmellata, usate l’agar-agar, ricca di calcio, Vitamina D e Vitamina K!

Preparazione

FASE 1: LA PASTA FROLLA E LA COTTURA

Mescolate nella terrina tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto che non si appiccica alle mani. Chiudete nella pellicola e lasciate riposare a temperatura ambiente mezz’ora.
Stendete la pasta con il mattarello, chiudendola in un foglio di pellicola, ad uno spessore di 0,5 cm circa. Girate le formine sulla pasta frolla stesa e schiacciate bene. Ungete leggermente le formine con olio e spolveratele con la farina di riso. Trasferite la pasta frolla nelle formine, lasciando il bordo alto. Bucherellate il fondo con una forchetta.

 

crostata gluten freecrostata gluten free

Cuocete la pasta frolla in forno ventilato a 170° C per 15 minuti. A fine cottura, togliete dal forno e lasciate raffreddare per almeno 15 minuti.

FASE 2: LA CREMA PASTICCERA

Con il minipimer frullate insieme il bianco e il rosso dell’uovo. Versate la quantità necessaria nella casseruola e aggiungete farina di riso, eritritolo, zucchero e vanillina e mescolate con il cucchiaio. Scaldate il latte (in un contenitore per microonde o in un’altra piccola casseruola sul fuoco). Prima che prenda il bollore spegnetelo e versatelo a poco a poco nella casseruola dove avevate già messo il mix di uova e gli altri ingredienti. Amalgamate bene e solo ora versate tutto il resto del latte, mescolate con la frusta e mettete a cuocere per 2-3 minuti a fuoco medio alto, girando continuamente con la frusta. Aggiungete la curcuma (pochissima alla volta per non avere un colore troppo giallo, che sarebbe innaturale). Versate la crema calda in un contenitore e copritela fino a quando si sarà raffreddata. Versate la crema raffreddata sulla base di pasta frolla cotta.

 

crema pasticcera gluten freecrostata di frutta gluten free

FASE 2: LA DECORAZIONE DI FRUTTA E LA GELATINA

Tagliate la frutta a pezzetti, a vostro piacere, e decorate la crostata mettendo delicatamente i pezzi di frutta sulla crema pasticcera.

 

crostata di frutta gluten free

crostata di frutta gluten free

Mettete in una casseruola il succo di mela e l’agar-agar e portate a bollore, mescolando ogni tanto. Abbassate il calore (molto basso) e fate sobbollire coperto per 7-8 minuti. Lasciate raffreddare per 10 minuti circa. La vedrete ancora liquida come l’acqua (infatti questa gelatina si addensa molto più lentamente di quella del preparato a base di pectina che si compra al supermercato). Non preoccupatevi, non avete sbagliato niente! Lasciate raffreddare un po’ e poi mettete la gelatina nello spruzzino e cospargete la superficie della crostata di frutta gluten free. Lo strato di gelatina sarà sottilissimo e il risultato finale sarà perfetto! Vi immaginavate che una crostata di frutta gluten free, anche senza latte né burro e solo 1 cucchiaino di zucchero a porzione potesse essere così buona?

 

gelatina vegan

Sciacquate subito lo spruzzino versando dentro l’acqua (sennò la gelatina si addenserà nel tubo e non potrete più usare lo spruzzino!).

CONSERVAZIONE

In frigorifero: 3-4 giorni (1 settimana le basi di pasta frolla senza la crema).
Nel surgelatore: sconsigliato perché, una volta scongelata,  la crostata di frutta non sarà croccante come appena fatte. Potete invece surgelare per 3-6 mesi le basi di pasta frolla (senza frutta e crema).

Vuoi approfondire i valori nutrizionali di questa ricetta ?

Ho confrontato la mia crostata di frutta con una ricetta trovata su Internet, fatta con burro, zucchero, latte intero, farina 00 e marmellata per lucidare la frutta. Ecco il risultato. Oltre ai numeri, prima di commentare, provate a fare la ricetta della Cuoca Insolita… Allora?

  100 g della ricetta Cuoca Insolita100 g di una crostata con ingredienti tradizionaliDifferenza 
EnergiaKcal164,4234,5-29,9%😀
Grassig6,511,1-41,1%😀
di cui saturig0,95,9-84,9%😀
Carboidratig22,729,7-23,4%😀
di cui zuccherig5,716,7-65,8%😀
Fibreg2,11,2+76,6😀
Proteineg3,74,0-8,0%
Saleg0,030,04-19,1%😀

Sono una ex ricercatrice universitaria e mi è rimasto il pallino di dimostrare le cose in modo scientifico: guardate la tabella ma poi dimenticatevela!
Serve solo per farvi vedere che potete mangiare questa insolita ricetta senza fare calcoli! E’ invece molto utile per fare il conteggio dei carboidrati per i diabetici, se dovete calcolare l’insulina da prendere.

Allergeni presenti in questa ricetta

(Reg. UE 1169/11)

Verificate sempre le informazioni sull’etichetta dei prodotti che avete acquistato voi, per assicurarvi che non ci siano anche altri allergeni (in aggiunta a quelli che ho indicato io)!

Uova
Uova
Soia
Soia
Frutta a guscio
Frutta a guscio

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Commento

Lascia un tuo commento

Mi trovi su INSTAGRAM e su FACEBOOK

Hai bisogno di aiuto? O di una consulenza? Sono a tua disposizione!