fbpx
Categorie
Tag
Archivio contenuti
 

Ravioloni #celafaremo

Ravioloni #celafaremo

Tra qualche giorno sarà il 25 aprile, la Festa della Liberazione. È una data importante per l’Italia e quest’anno la sentiamo con maggiore intensità. Ci siamo stretti e continueremo a farlo, da lontano, per alleviare il peso di vivere un momento così complicato, in cui tante persone lavorano per il resto dei cittadini, con un fortissimo senso di altruismo, tanti lottano contro una malattia e tanti aspettano pazienti che arrivino tempi migliori, grati verso chi li aiuta. Questa è l’Italia, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti, ma siamo noi. E io desidero celebrarla con voi, con la mia ricetta dei ravioloni #celafaremo, preparati solo con ingredienti italiani, nelle vostre case, nelle vostre cucine. Viva l’Italia! #celafaremo #iorestoacasa

Ho anche parlato di questa ricetta in diretta su GRP Televisione: se volete vedere tutta la diretta cliccate quì! Sarà ancora più facile fare i ravioloni #celafaremo!

ravioli #celafaremo

2

Difficoltà (da 1 a 3)

2,90 € (4,40 €/kg)

Costo totale

1 h

Tempo di Preparazione

10 min per il ripieno + 2 minuti per i ravioli

Cottura

Attrezzatura necessaria

Contenitore bordi alti, piccolo contenitore per il ripieno, pentola per cottura ravioli, 1 padella piccola, pellicola per alimenti, un matterello grande.

Preparazione

Ingredienti

per 4 persone (per ogni porzione da 150 g sono previsti tre ravioli, uno per colore)

Per la pasta fresca:

Per la pasta verde:

  • Farina di semola bianca – 50 g
  • Farina di piselli – 10 g
  • Acqua – 30 g
  • Olio e.v.o. – 1 cucchiaino scarso

Per la pasta bianca:

  • Farina di semola bianca – 65 g
  • Acqua – 25-30 g
  • Olio e.v.o. – 1 cucchiaino scarso

Per la pasta rossa:

  • Farina di semola bianca – 50 g
  • Farina di barbabietola- 10 g
  • Acqua – 25 g
  • Olio e.v.o. – 1 cucchiaino scarso

Per il ripieno:

  • Porri – 80 g
  • Finocchi al vapore – 80 g
  • Ricotta – 160 g
  • Olio extra vergine oliva – 40 g
  • Sale – ½ cucchiaino (4 g)
  • Pepe – 4 macinate

Per condire il piatto:

  • Parmigiano grattugiato – 20 g
  • Foglie di salvia sminuzzate – 2 a testa
  • Olio extra vergine – 1 filo

Perché vi consiglio questa ricetta?

  • Avete colorato la pasta con coloranti naturali, preparati da voi a partire dalla verdura. Coloratissimi, profumati e ricchissimi di fibre.
  • Le farine colorate si conservano per 6 mesi a temperatura ambiente chiuse in un barattolo. Potrete usarle per ricette salate ma anche per colorare creme dolci e biscotti.
  • Se volete, potrete usare anche la farina di semola integrale (ricordando che assorbe più acqua: usate più acqua per l’impasto), per un maggiore apporto di fibre
  • Rispetto ai classici ravioli ricotta e spinaci, questa ricetta ha il 26% di calorie in meno, il 45% in meno di carboidrati (e stiamo parlando di un primo piatto) e il 20% di grassi saturi in meno.
  • Se avete problemi con i latticini o se siete vegani, potete sostituire la ricotta con il tofu aromatizzato alle erbe e il parmigiano con il lievito alimentare in scaglie.

COME SI PREPARANO LE FARINE COLORATE IN CASA

Dalle verdure potete ottenere in casa delle farine coloratissime e magicamente profumate. Dai piselli e dalla barbabietola, per esempio, otterrete il verde e il rosso, che potrete usare per questa ricetta o per mille altre ricette sia salate che dolci! Per sapere come fare, guardate il minivideo all’inizio di questa ricetta.

FASE 1: LA PASTA FRESCA

Per ogni colore, separatamente, mescolate tutti gli ingredienti in una terrina a bordi alti. Lavorate l’impasto per circa 5-10 minuti con le mani, su un piano di lavoro pulito, fino a quando vi accorgerete che la superficie diventa liscia, quasi come la seta.

farine alimentari colorate naturalifarina piselli barbabietola

Se volete velocizzare il lavoro, potete anche fare un impasto unico sommando tutti gli ingredienti (ma mettete meno acqua: la aggiungerete dopo poco alla volta) tranne le farine colorate e dopo 6-7 minuti dividete l’impasto in tre parti uguali: una parte resterà così; ad una parte invece andrà mescolata la farina rossa di barbabietola, mentre alla terza parte aggiungerete la farina verde di piselli. Aggiungete l’acqua che non avevate aggiunto prima (attenzione perché ogni impasto richiede delle quantità di acqua diversa). Mescolate bene gli impasti rosso e verde in modo che il colore diventi ancora uniforme. Chiudete separatamente le tre palline di pasta fresca in fogli di pellicola e lasciate riposare per 30 min.

FASE 2: IL RIPIENO

Fate imbiondire a fuoco vivo i porri sminuzzati finemente nell’olio in una padella. Versate quindi un poco di acqua (meno di una tazzina da caffè) e lasciate evaporare completamente (questo servirà per rendere i porri più leggeri e digeribili). Aggiungete ora i finocchi già cotti a vapore e schiacciati con una forchetta e lasciate cuocere ancora 2 minuti. Togliete dal fuoco e unite la ricotta fresca, il sale e il pepe e amalgamate bene.

FASE 3: LA PREPARAZIONE DEI RAVIOLONI

Prendete circa 20 g di pasta fresca e create una piccola pallina. Infarinate leggermente il piano di lavoro e con il matterello stendete la pasta creando un cerchio di circa 10-12 cm (la pasta non dovrà essere troppo sottile). Cercate di non infarinare la parte superiore del disco. Fate la stessa cosa con ogni impasto colorato.

ravioli #celafaremo

In una metà del cerchio disponete una cucchiaiata di ripieno (circa 30 g) e poi chiudete sopra l’altra metà del cerchio. Sigillate bene la mezzaluna con i lembi di una forchetta. Disponete su un piano infarinato con semola.

FASE 4: LA COTTURA

Portate a bollore una pentola di acqua. Salate e buttate delicatamente con una schiumarola i ravioloni. Scolate dopo 2-3 minuti, sempre con l’aiuto della schiumarola.

CONSERVAZIONE

Nel surgelatore (da crudi): separate bene tra loro i panzerottoni e cospargeteli di semola. Una volta surgelati, potete metterli tutti insieme in un sacchetto gelo e conservarli per 3-6 mesi. Al momento dello scongelamento, separateli nuovamente tra loro e sistemateli su un vassoio con della semola.
In frigorifero (da crudi): 2-3 giorni (fateli asciugare un pò all’aria prima di metterli frigorifero e poi chiudeteli in un contenitore). Sconsigliato conservarli dopo cottura (si attaccano tra loro).

Vuoi approfondire i valori nutrizionali di questa ricetta ?

Ho confrontato 100 g di ravioli della Cuoca Insolita con la stessa quantità dei classici ravioli ricotta e spinaci. Notate le differenze soprattutto nei carboidrati e nelle calorie! 

  100 g della ricetta della Cuoca Insolita100 g di ravioli ricotta e spinaciDIFFERENZA 
EnergiaKcal203,5275-26%😀
Grassig10,77,935,6%
di cui saturig3,74,6-19%😀
Carboidratig20,136,6-45%😀
di cui zuccherig2,06,8-70,4%😀
Fibreg2,12,3- 7,3%😀
Proteineg6,613,1-49,3%
Saleg0,70,9-25,7%😀

Allergeni presenti in questa ricetta

(Reg. UE 1169/11)

Verificate sempre le informazioni sull’etichetta dei prodotti che avete acquistato voi, per assicurarvi che non ci siano anche altri allergeni (in aggiunta a quelli che ho indicato io)!

Cereali contenenti glutine
Cereali contenenti glutine
Latte
Latte

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Commento

Lascia un tuo commento

Mi trovi su INSTAGRAM e su FACEBOOK

Hai bisogno di aiuto? O di una consulenza? Sono a tua disposizione!